Sistemi di identificazione industriale

La storia di Grafoplast parte da qui

Il sistema manuale di Siglatura

per siglare dove vuoi

Il sistema manuale storicamente rivoluzionario

Trasp è il sistema manuale in grado di identificare, con lo stesso procedimento e gli stessi elementi siglanti, ogni tipo di cavo o filo, i morsetti elettrici, le apparecchiature elettriche in genere e anche le superfici che non offrono alcun aggancio.

Prevede tutta una serie di supporti applicativi dedicati alle varie esigenze, per risolvere tutti i problemi utilizzando sempre gli stessi componenti base e limitando solo la scelta del supporto finale da usare su cavo, morsetto o altre superfici.

Era il 1963 quando Giovanni Piana, il fondatore di Grafoplast, ben consapevole di quanto fosse importante una chiara marcatura nella manutenzione dei quadri elettrici, ideò e brevettò questo semplice ma geniale sistema in grado di identificare ogni tipo di cavo, morsetto ed apparecchiatura elettrica con lo stesso procedimento e gli stessi elementi siglanti.
Oggi lo storico sistema è un prodotto industriale ancora molto richiesto per l’estrema praticità di utilizzo, la chiarezza ed il perfetto allineamento della marcatura nonché per la sua resistenza e durata nel tempo.

Componenti del sistema

Cartelliera: un piano di appoggio nel quale si inseriscono le stecche;
Stecca: supporto plastico sul quale sono incollati verticalmente 24 elementi identici premarcati. Gli elementi premarcati o siglanti rappresentano le lettere maiuscole dell’alfabeto, i numeri da 0-9 ed i simboli, tutti disponibili in varie combinazioni di colore oppure neutri senza nessuna stampa;
Linguetta: attrezzo indispensabile per prelevare in modo estremamente facile gli elementi dalle stecche;
Uncino: per rimuovere velocemente gli elementi inseriti nella cava ampia gamma di supporti finali da utilizzare sul cavo, sul morsetto o su altre superfici.

Come creare una marcatura in 3 semplici mosse:

  1. Prelevare dalla cartelliera l’elemento preparato con la linguetta di metallo
  2. Prelevare il secondo elemento, fino a creare la siglatura desiderata
  3. Si termina inserendo la linguetta nella cava del tubetto dove rimane protetta dagli agenti esterni